Partita Iva/Codice Fiscale 02299340352 - Iscr. Ruolo Mediatori n. RE1372 - Iscr. Ruolo Società n. RE1757
venerdì 25 maggio 2018
 
 
template designed by Digiworks
 
Ultime notizie
I più letti
Menu principale
Home
Immobili
Cerca Immobili
Devi Vendere
Servizi utili
Dove siamo
Contattaci
Privacy Policy
Nota Informativa
Amministratore
Mailing list







Sei il 2320 visitatore

Links
COME APPLICARE L'ESENZIONE DALL'ICI SULLE PRIME CASE PDF Stampa E-mail
Dopo 15 anni, l’abitazione principale non è più soggetta all’ICI.

E’ questa la novità principale del decreto legge, entrato in vigore solo pochi giorni fa, che ha sostanzialmente modificato la normativa dell’Imposta Comunale sugli immobili, istituita a partire dal 1993.

Esenzione prima casa – con decorrenza immediata, cioè già a partire dalla scadenza del versamento dell’acconto, entro il prossimo 16 giugno, è esclusa dall’imposta l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, cioè quella nella quale il contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto, diritto di abitazione o altro diritto reale, dimora abitualmente.

Abitazione principale utilizzata direttamente – si intende quella considerata tale ai sensi del D. Lgs. 30/12/1992 n. 504, e cioè quella di residenza anagrafica, salvo prova contraria, e quelle ad esse assimilate dal Comune con regolamento vigente alla data di entrata in vigore della nuova norma.

Pertinenze – si considerano parti integranti dell’abitazione principale le pertinenze, in misura non superiore al numero stabilito dal regolamento comunale, ancorché discretamente iscritte in catasto, a condizione che appartengono a un medesimo corpo immobiliare o a corpi immobiliari contigui anche se con accesso da vie diverse.Ricordiamo che queste sono individuate generalmente con le categorie catastali C/2 e C/6.

Abitazioni principali assimilate – sono quelle concesse in uso gratuito dal possessore ai suoi familiari e quelle degli anziani o disabili residenti in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa abitazione non risulti locata.

Abitazioni in cooperative a proprietà indivisa e assegnati dall’IACP – sono ugualmente esonerata dall’ICI le abitazioni principali dei soci assegnati in cooperative edilizie a proprietà indivisa e le case regolamente assegnate agli Istituti Autonomi per le Case Popolari.Abitazione del coniuge separato – l’esenzione spetta anche per la casa coniugale del coniuge separato non assegnatario della stessa, a condizione che lo stesso coniuge non sia titolare del diritto reale su una abitazione.situata nello stesso comune ove è ubicata la casa coniugale.

Esclusione dell’esenzione – non spetta l’esenzione, e quindi l’ICI è dovuta, alle abitazioni principali accatastate nelle categorie A/1, A/8 e A/9.

Detrazioni – la legge Finanziaria 2008 aveva previsto per le abitazioni principali un’altra detrazione in aggiunta alla tradizionale di 103,29 euro (o in misura superiore, secondo il regolamento dei singoli comuni): l’ulteriore detrazione è pari all’1.33 per mille della base imponibile, con un massimo di 200 euro, ma non spetta alle abitazioni classificate nelle categorie A/1, A/8 e A/9.

Termini di pagamento – la prima o unica rata deve essere versata entro il giorno 16 giugno 2008, la seconda nel periodo tra il 1° dicembre e il 16 dicembre 2008.E’ comunque possibile versare l’imposta in un'unica soluzione per l’intero anno 2008, pagando entro il 16 giugno e applicando le aliquote e le detrazioni in vigore per il 2008.

 

TABELLA DELLE CATEGORIE CATASTALI

 

A/1 – Abitazioni di tipo signorile

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati ubicati in zone di pregio con caratteristiche costruttive, tecnologiche e di rifiniture di livello superiore a quello dei fabbricati di tipo residenziale.

A/2 – Abitazioni di tipo civile

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati con caratteristiche costruttive, tecnologiche e di rifiniture di livello rispondenti alle locali richieste di mercato per fabbricati di tipo residenziale.

A/3 – Abitazioni di tipo economico

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati con caratteristiche di economia sia per i materiali impiegati che per la rifinitura, e con impianti tecnologici limitata ai soli indispensabili.

A/4 – Abitazioni di tipo Popolare

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati con caratteristiche costruttive e di rifiniture di modesto livello. Dotazione limitata di impianti quantunque indispensabili.

A/5 – Abitazioni di tipo ultrapopolare

Unità immobiliari appartenenti a fabbricati con caratteristiche costruttive e di rifiniture di bassissimo livello. Di norma non dotate di servizio igenico-sanitarie esclusivi.

A/6 - Abitazioni di tipo rurale

A/7 – Abitazioni in villini

Per villino deve intendersi un fabbricato, anche se suddiviso in unità immobiliari, avente caratteristiche costruttive, tecnologiche e di rifiniture  proprie di un fabbricato di tipo civile o economico ed essere dotato, per tutte o parte delle unità immobiliari, di aree esterne a uso esclusivo.

A/8 – Abitazioni in ville

Per ville devono intendersi quegli immobili caratterizzati essenzialmente dalla presenza di parco e/o giardino, edificate in zone urbanistiche destinate a tali costruzioni o in zone di pregio con caratteristiche costruttive e di rifiniture di livello superiore all’ordinario.

A/9 – Castello, palazzi eminenti

Rientrano in questa categoria i castelli ed i palazzi eminenti che per la loro struttura, la ripartizione degli spazi interni e dei volumi edificati non sono comparabili con le unità tipo delle altre categorie; costituiscono ordinariamente una sola unità immobiliare.

E’ compatibile con l’attribuzione della categoria A/9 la presenza di altre unità, funzionalmente indipendenti, censibili nelle altre categorie.

A/10 – Uffici e studi privati

Rientrano in questa categoria quelle unità immobiliari che per tipologia, dotazione di impianti e finiture sono destinate all’attività professionale.

A/11 - Abitazioni e alloggi tipici dei luoghi.

Rifugi di montagna, baite, trulli, sassi, ecc.

 
< Prec.   Pros. >


© 2018 Arco Immobiliare Srl

Get The Best Free Mambo Templates at www.peekmambo.com